domenica 16 ottobre 2011

lettera a Marc

Durante la gravidanza io e il papà abbiamo scritto un diario e questo è ciò che ho scritto il 2 maggio, dopo aver saputo che Marc era effettivamente Marc e non Amaya o Serena o Cloe.




Settimana 24. Io lo sapevo, ti sognavo da mesi, da sempre amore mio piccolo, sei Marc, un maschietto! Che bello sentirti adesso come ti muovi e sapere di non essere mai da sola, quando vado a yoga, quando dormo, quando cammino per strada sei sempre con me Marc!Ti ho visto solo in foto ma già ti amo figlio mio e anche papà ti ama e ti bacia attraverso la pancia. Ora stiamo sistemando la casa per iniziare la nostra nuova vita in tre.
Ti piace venire a yoga con me? Quando finiamo la lezione e cantiamo El Eterno Sol te la dedico sempre, canto e ti penso. 
Ti amo figlio mio
(Hai proprio il mio naso!)



Nessun commento:

Posta un commento