mercoledì 25 gennaio 2012

i rompicoglions

Suona il telefono. Prefisso di Madrid....chi conosco io a Madrid? Un'amica, ma mi chiamerebbe dal suo numero....e quindi rispondo mentre plasticamente tengo Marc che sta per catapultarsi dal seggiolino dell'altalena, il braccio scatta e Marc non si ribalta oltre al vassoietto.

E chi c'è dall'altra parte? Sci scassamaroni per eccellenza, quelli che chiamano per vendermi l'abbonamento alla rivista "mi bebé y yo". Allora, niente da dire sulla centralinista, però questi hanno un tempismo eccezionale, ti beccano sempre mentre sei al bagno o mentre sei al bagno mentre cambi il nano che cerca di tuffarsi dal fasciatoio o fa prova qualche altra acrobazia.


Ma per me è peggio: ma quando mai io ho firmato alcuna delibera a passare in giro il mio numero di telefono?

Marc è nato in casa quindi non posso manco dare la colpa a qualche droga data durante il travaglio in ospedale e formi firmati a casaccio tra un gemito e l'altro.
La mia ostetrica privata che da 30 anni riceve queste telefonate, non passa i numeri di telefono delle pazienti anche perché odia la rivista e poi noi odieremmo lei.

E quindi rimane solo UNA: l'ostetrica dell'ospedale che ho visto 4 volte durante la gravidanza e che è l'unico contatto tra me e la malefica rivista. Questa vende i contatti in cambio di soldi, scommetto.
Già questi mi chiamarono a settembre quando ancora sia io che Marc scambiavamo il giorno con la notte e non sapevo esattamente come funzionava questa piccola cosetta tutta rosa (ma dotato di un intestino potentissimo). Hanno provato a regalarmi un viaggio in Sicilia. A me che sono italiana.
Hanno provato a regalarmi ciucci e biberon. La tipa parlava al telefono ed io lo tenevo appoggiato al divano, mentre stavo in catalessi e lo prendevo in mano durante le sue pause solo per dire no. Avevo anche detto di cancellarmi dai loro contatti.

E invece....

Tornano all'attacco. Adesso me la sono cavata con un NO e un non richiamate, la prossima volta vado dall'ostetrica solo per dirgliene quattro o dieci o venti.

So che torneranno, i malefici.

Che due palle questi qua.

Liberatemi da loro plis.

2 commenti:

  1. Non te la prendere con l'ostetrica. Basta che tu abbia una tessera sconto per un supermercato, abbia firmato una qualunque liberatoria al trattamento dei dati personali, abbia risposto a un sondaggio on line e diventi automaticamente bersaglio di promozioni varie. Se tu hai la tessera sconto di un qualunque posto dove hai comprato omogeneizzati, pannolini, abiti da neonato vieni automaticamente pescata in qualche archivio informatico come potenziale lettrice di riviste per neo mamme. Tanto per dirti, ogni volta che scrivo un post su una tematica particolare mi arrivano, via e-mail, promozioni legate ad essa.

    RispondiElimina
  2. Ciao! E allo stesso modo quindi quando Marc ha compiuto quattro mesi per posta mi è arrivano un campione di pappine...che manco vuole vedere: ho provato a dagliene un po'...niente, gli fa schifo, ma almeno apprezza la patata e la carota...il mio moroso ha detto: "ci vogliono regalare qualcosa? Che vengano qua a togliere erbacce intorno alle cipolle!"

    RispondiElimina