lunedì 23 gennaio 2012

Pulizia del viso trifasica

Allora, avete presente il metodo Clinique con le tre fasi per la pulizia del viso serale? Ecco, se ce l'avete prendetelo e buttatelo....anzi va, regalatelo a chi non stimate molto, meglio.

Perché non è esattamente un metodo ideale per pulire la pelle, infatti più che pulire i vostri pori vi pulirà il portafoglio: in generale i prodotti di igiene che ci sono in giro non rispettano il pH della pelle e non svolgono un'azione profonda per questa ragione soprattutto e creano anche l'inconveniente di rendervi dipendenti da un prodotto: esempio: se usate di usare uno scrub (tipo Garnier) che è estremamente aggressivo, la pelle vi risponderà dopo 5 giorni senza usarlo con una esplosione di punti neri e lucidità. Questo perché? Perché la pelle più è aggredita e peggio risponde alle sollecitazioni e trovandosi all'improvviso libera rigenera tantissimo sebo per ripristinare i suoi valori iniziali normali. Bella fregatura. Lo stesso vale per i prodotti contro la forfora, sono i primi a peggiorare il processo...
Ma torniamo alla nostra pulizia serale: questo non è il mio segreto di bellezza perché non sono bella, ma può diventare il vostro. C'è un piccolo compendio di chimica in mezzo, ma in fondo parliamo di robe da umani.


Ecco la triade magica
olio di rosa-crema-sapone


Per struccare la pelle niente di meglio di un olio: cheeeeeeeeee??? Un olio grasso e denso? Eh già perché come anche le nonne sanno, il grasso scioglie il grasso e anche i trucchi e fondotinta e mascara sono a base di cere (quindi grassi, quindi oli). Io uso un oleolito alla rosa, fatto in olio di sesamo, perché il sesamo è ricchissimo di acidi grassi omega 3 e 6 (semi che poi consiglio di consumare quotidianamente lasciando stare i poveri pesci!) e la pelle ringrazierà. La rosa ha un buon profumo. Quindi spalmo l'olio sul viso come se fosse una crema, mi lavo i denti e quindi mi lavo con una saponetta.

Tutti i saponi naturali sono basici. La nostra pelle invece è acida. Hudston abbiamo un problema.
Effettivamente usare saponi naturali ha come contraltare un'aggressione contro il film idrolipidico non da poco sulla pelle. E quindi perché usarli? E' il modo migliore per eliminare l'olio che si porterà via anche tutti i grassi presenti: fondotinta, creme, cere, rossetti, ombretti....via tutto. L'olio di sesamo però avrà nutrito la pelle che quindi non sarà irritata.Ancora meglio sarebbe fare questa operazione anche al mattino, proprio per preparare la pelle al trucco (eventuale).

Lo step finale è l'uso di una crema acida. In generale TUTTE le creme dovrebbero essere leggermente acide, intorno al 5,5 e non sono i prodotti per l'igiene intima. Ma torniamo al punto di partenza: lo squilibrio dei prodotti convenzionali provocano la dipendenza da questi ultimi. Mica fessi, pensate se un prodotto dopo 5 applicazioni vi risolvesse il problema: fallimento dell'industria chimica e cosmetica.

Quindi l'appicazione di una crema a pH acido ristabilisce il normale equilibrio. Con una sensazione setosa sulla pelle.

Quindi vi consiglio di finire quello che avete a casa e per fare una prova con questo metodo usate pure l'olio di girasole che non impastrugna come quello d'oliva. Poi usate il sapone di marsiglia, che altro non è che sapone all'olio di oliva e soda caustica, farà strano eppure è LUI il vero sapone. E finite con una crema che avete a casa che non sia troppo spessa. Scoprirete come sarà piacevole la sensazione che provate. Prendetela e moltiplicatela per 10 e avrete il risultato sperato usando questo metodo di pulizia dolce.


11 commenti:

  1. ottima ideuzza di bellezza! In passato avevo gia' provato l'olio per fare la pulizia del viso (e per impacchi sui capelli) e confermo per le scettiche che funziona davvero!

    Anch'io ce l'ho su' con le grandi "pharma" che fanno di tutto per non farci guarire totalmente e risolverci il problema in modo definitivo.

    Questa ricettina me la sono segnata. Posso citare le tue ricette sul mio blog???

    A volte gia' lo uso il sapone di marsiglia per lavarmi il viso ed i capelli ma la pulizia trifasica e' una novita' per me.

    Scusi la domanda, lei che e' biologa: ma......impastrugna e' un termine scientifico???jajajaja.....

    Estoy bromeando!
    Besos

    RispondiElimina
  2. Tu como en casa, libre de copiar y pegar!
    No vabbé, ma che ti devo dire che io sono stata anni dall'altro lato della barriera? Ho visto la luce ed ora faccio contro-informazione, detto pure "complottismo" ma oramai ci sono abituata. Quando mi arrivano le minacce poi ti avviso!( Cose che succedono sul serio!!!)

    RispondiElimina
  3. Ciao! Io volevo farmi un oleolito. Ho la pelle secca e i pori dilatati. Tu sai per caso indicarmi l'olio e la pianta più adatti allo scopo? Ho trovato alcune ricette che parlavano di mettere dentro alcune gocce di vitamina E per conservare meglio, va bene se uso olio VEA? Grazie mille... io ho sempre l'incubo di quello che si compra... ormai entro in un negozio, leggo tutte le etichette ed esco sconsolata... e che vergogna i prodotti per i bambini, ti sviano mettendo due fiorellini sull'etichetta e usando la parola naturale, ma appena giri la confezione...AAAAHHHHH! Un film horror...ciao

    P.S. La voglio anch'io la scritta "soy una madre de leche"!

    RispondiElimina
  4. Ciao Caterina!
    Guarda, avere la pelle secca e i pori dilatati è un caso di disequilibrio del pH della pelle che deve essere acido. I pori dilatati sono il segno che il pH presente è piuttosto basico, magari perché sgrassi troppo la pelle eliminando il film idropilico (e infatti è molto secca). Quindi a parte utilizzare molto nell'alimentazione semi di girasole, sesamo, lino....per curarti anche dall'interno, puoi usare l'olio di rosa mosqueta per esempio come struccante o cmq prima di usare una saponetta normale. In questo modo pulisci la pelle ma senza aggredirla. La vitamina E è un potente antiossidante, io la uso in gocce in ogni prodotto che ha un olio dentro (creme, oleolito....) ma per esempio l'olio di semi di grano o l'olio di girasole sono gli oli da cui viene estratta la vitamina E, se non ti va di comprarla apposta. Usa l'olio di girasole a crudo sull'insalata per esempio, perché per friggere non va bene, ha un punto di fumo molto alto e poi perde tutta la vitamina E perché con il calore si distrugge.




    PS: clicca su "Madre de Leche" e ti si apre il blog di Sarai Llamas, ragazza spagnola che vive in Umbria!li puoi scaricare il widget!

    Ziao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie... e fai un bel respiro di aria sana e vita libera anche per noi! Ciao

      Elimina
  5. Cara Francesca, questo tuo contributo dovrebbe andare dritto dritto nel blog dammiuncolore.blogspot.com ... come facciamo a collegarci? ;) bacioni, debs

    RispondiElimina
  6. Ma quante belle informazioni, si vede che te ne intendi, grazie davvero:-)
    Nuova follower e ho prelevato anche il tuo banner per inserirlo nella mia pagina di blog amici, se ti va di venirmi a trovare mi trovi qui
    Un abbraccio
    Sara

    RispondiElimina
  7. Arrivo qui da Alex.
    Guarda il metodo di clinique l'ho provato anche io ed è una sciagura.
    Il tonico di fatto è alcool e ti leva tutto, con il risultato che ti escono poi dei bubboni quando lo smetti.
    Pussa via!

    Interessante tutto quello che hai scritto, inizierò con l'olio di oliva (perchè non ho altro a casa).

    Intanto inizio a seguirti ^^

    Senti, per la forfora ci sono rimedi? Io ne avevo un pochina ma usando gli antiforfora esattamente come hai scritto tu è aumentata. Che idiota che sono ....

    RispondiElimina
  8. Ciao ragazze, grazie! Sara troppo gentile, ora passo a fare un giro :-)

    E Donna ti posso dire che la forfora e' una desquamazione del cuoio capelluto, può avere origini sia esterne semplici, da sistemare usando un prodotto molto acido a fine lavaggio, come l'aceto per chiudere le cuticole di cheratina,altrimenti prova a controllare l'alimentazione, assumendo più omega sei consumando i semi oleaginosi, lino, sesamo, girasole :-)

    RispondiElimina