lunedì 27 febbraio 2012

come mi intortarono sulla gravidanza

ed ora intorto voi.
A me ne hanno detto di ogni e quello che posso dire, oh tu donna incinta di 35 settimane se ci sei è: annuire sempre. Fare si si con la testa, faccia stupita, poi accondiscente, sorriso che ringrazia colei che ti aprì gli occhi e ti disse tutta la Verità. Poi fai come vuoi. Io al massimo posso dare la mia versione della storia. Che potete benissimo buttare.
Andiamo random:

Ingrasserai 20 kg. Ma anche no. Io ne ho messi su 7 e a 24ore dal parto mi ero completamente sgonfiata in faccia e sulle gambe. Poi portando Marc nella fascia ora ho pure i miei addominali.
Dormi quando dorme il bebé: se ci sei, tu che ce l'hai fatta dimmelo. Perché io non ho mai potuto riposare altrettanto quando il neonato stava in fasce altrimenti adesso sarei morta di fame. Se quello dormiva 20 h ed io non ne approfittavo per cucinare, stendere e pulire, la casa mi avrebbe potuta sfrattare.
Il secondo trimestre è il migliore. Vero. Ne ho approfittato per fare tutto quello che altrimenti non avrei più potuto fare, tipo un week end a Bilbao con gli amici, guidando io e stando in giro fino alle 5 del mattino, batukada fino alla fine dell'ottavo mese, giocando a capoeira in pieno giugno. Poi però con il terzo trimestre ho vomitato pure la notte del travaglio perché oramai con lo stomaco in gola potevo permettermi di mangiare solo riso bollito.


Dire di no ad ogni visita. Su questo non c'è cristo che tenga: bisogna dire no a chiunque si avvicini in zona durante i primi 20 giorni. Anche alla zia Maria. Anche alla cugina Peppina. Anche a chi si è fatto 1000 km nonostante voi l'abbiate avvisato che sarebbe stato meglio aspettare. Una mia amica il giorno del primo bagnetto del bebé era così sotto assedio che ha visto il marito lavare il bambino da dietro una trincea di 15 tra parenti ed amici, tutti accorsi per vedere l'evento. Un'altra si è svegliata un pomeriggio e la bimba non c'era più. Il marito l'aveva dovuta prendere dal letto e portarla in salotto dove la vicina del terzo piano, che altrimenti non si era mai fatta vedere, si era incrostata sul sofà e non se ne sarebbe andata finché non avesse visto la piccola.
Ricevere gente vi costringerà a mettervi in ordine, a servire il caffé, chiacchierare del più e del meno quando l'unica cosa che volete fare è dormire o riposare (vedi punto 2)....ma perché? Ma che fretta c'è? Io mi sono ritrovata con gente in casa e chiedermi "Ma ci conosciamo?"
Racconti di parto. Splatter possibilmente. Il meglio che una donna incinta dovrebbe sentire a qualche settimana dal parto. Silurate l'amica senza troppi complimenti. La mia ostetrica mi fece vedere dei video di parto ed io svenni. Perché farmi questo?
La cacchina del bebè profuma di yogurt. Accertatevi che yogurt comprano i vostri amici e poi evitate  QUELLA marca.
Fino ai sei mesi dormono molto di giorno. Il mio allora è difettoso perché è dal secondo mese che non so che inventarmi per intrattenerlo.
Le colichette!! Ah, ma sembra che un neonato non sia tale se non passa le coliche. Il mio non le ha avute e no, non dite "che fortuna". Non è fortuna la mia, piuttosto penso che una le sfighe se le tiri, a forza di dirlo arrivano. Una aspetta al varco le coliche e si convince che alcuni Nghé più decisi siano quelle finché dal nervoso per come affrontarle, al nano lo stress ricevuto gliele fa venire davvero.
Tabelle di progresso fisico. Buttatele via. se provate a confrontare vostro figlio con delle tabelle di crescita stimate su bambini che prendono la tetta o il biberon o sono nati di 42 settimane oppure di 38 diventerete matte, imparanoiate perché il bambino è appena più su o più giù del percentile e blablabla. Quelle sono stime. Voi guardate in faccia il fagotto e chiedetevi se sta bene. La sua faccia vi risponderà (molto spesso sì). L'amica mia ancora si rammarica perché per un microdettaglio, uno zerovirgola al di sotto della media è passata al latte artificiale quando la bimba aveva 20 giorni e comunque la bimba per costituzione è proprio piccolina e lei ha passato le pene dell'inferno per i consigli di un pediatra che la bimba non l'ha manco visitata. Il mio oramai ha 6 mesi e non gattona e non ci prova nemmeno, forse dovrebbe o forse no, chissenefrega, la prossima volta che vorrà un giochino se è davvero motivato ci andrà con le sue zampette.
Tra l'altro non lo pesiamo e misuriamo dal 13 di dicembre e non è che prima fossimo fan della bilancia....
(auto)svezzamento. Come sopra. Che lui/lei decida e faccia quello che meglio crede. Marc ha mangiato per tre settimane e ora è tornato a full solo con la tetta. Gli ho comprato le stelline da fargli in brodo, male che vada le galline non dicono no a niente. I bimbi mica sono scemi, per loro la sopravvivenza è l'unico obiettivo che hanno da quando nascono e se si vede che non hanno fame e non sono curiosi oppure si che lo sono verso un altro alimento che provino, ne hanno di tempo per mangiare solido. Poi noto che tra Italia e Spagna ci sono pure diverse vedute, ossia qua in Spagna al quarto mese già cominciano "e dai dagli da mangiare la mela/la pera però no la mandarina e il riso poi al quinto mese è meglio poi al sesto comincia con il pesce....". In Italia invece è tetta fino al sesto mese e con minacce. E' vero che sia meglio introdurre pochi alimenti per volta per capire al limite cosa può fargli male al pancino per questioni di digestione, ma la paranoia per favore no. E sicure che di fame non muore.
Medicine: ahi ahi nota dolente. Io pirzonalmente credo nell'autocurazione del corpo, lasciando che (nei limiti del patologico) il corpo si autoregoli con febbri e catarri vari, naso che cola e starnuti espulsando e uccidendo qualunque cosa oltre i limiti di guardia, bisogna solo avere il tempo di aspettare. Alcune medicine mascherano solo i sintomi, ma non risolvono la situazione e un nano può andare avanti settimane con 37 di febbre perché non gli abbiamo permesso di arrivare a 38.5 e fare fuori i bacilli cattivi. Che anzi a 37 gradi stanno pure nella loro salsa preferita e vivono che è una meraviglia. Invece qua al primo etchiù giù medicine. Naso che cola: guarda che il tuo nano ha il raffreddore, ha preso freddo, ha preso caldo. Io si gli aspiro il moccolo perché sembra una caffettiera a volte, ma a parte questo....E se vi dico quello che ha fatto ieri di cacca penso davvero che in lui i microorganismi cattivi si suicidano: tre volte in un'ora e si notava che era un po' scomodo.... eccerto sta sempre con le mani in bocca massaggiandosi le gengive o gli lego le mani o lo tengo in uno sterilizzatore oppure cambio pannolini tre volte finché non sta meglio. 
Poi passa. Vero. L'attaccamento morboso. I pianti che "macosacèamoremio?".Stanchezza cronica. Senso di colpa perché vuoi andare a fare shopping. Senso di colpa perché non rispondi in meno di un millisecondo alle chiamate. Senso di colpa nei confronti dei tuoi capelli. Il senso di colpa passa.




1 commento: