mercoledì 29 febbraio 2012

La fritanga

Ecco quello che succede quando una diventa ostaggio di due matte, una argentina l'altra spagnola, che potrebbero vivere al Burger King. Sí, confesso che ho amiche così che a dire il vero sono le mie migliori amiche, non sono poi così radicale come il mio amico gay e che se sapesse che frequento gente del genere mi cancellerebbe da facebook. E' che non è colpa mia, io vado ogni pomeriggio alla Escoleta a piedi e al ritorno chi ha voglia di camminare tanto con il buio? E quindi per fare il chilometro che mi separa da casa sono costretta a salire in macchina con loro e pago pegno accompagnandole in giro per commissioni e queste sono le conseguenze. Loro compensano il mio Karma troppo zen, troppo eco(nomico) e troppo bio. Mi dicono che i soldi da qualche parte ogni tanto bisogna pur spenderli. Mi traviano dicendomi di ritrovare la femmina che è in me e che si nota che passo la giornata tra uomini. Sono due mondi che si compensano, infatti io le obbligo a far mangiare bio ai loro figli, preferisco regalare loro la nostra verdura che vendergliela per il bene dei nani. Ci mettiamo poi che sono due mamme in questi giorni in libera uscita perché i figli preferiscono stare con i nonni, avevo pure il seggiolino dell'auto disponibile per Marc quindi proprio non avevo scuse per dire di no. A niente.


E così ieri una piccola commissione per comprare della COLLA si è trasformata in una gita al centro commerciale e mannaggiaame lo sapevo io che il mio guardaroba è tutto monocolore e troppo country e non so come quindi sono uscita da Mango Outlet con un paio di pantaloni rossi finalmente non jeans.... e poi loro dovevano fare la spesa ed io sono uscita dal supermercato con una zuppa indonesiana in lattina. Tutto questo per una miserabile colla per legno.
Oggi quindi ci siamo superate: allora, a dire il vero il piano era non avere nessun piano e quindi siccome hanno passato il pomeriggio a dipingere i muri esterni della Escoleta io credevo che da là sarebbero volute andare dritte a casa a farsi una doccia visto che erano piene di pintura bianca. E invece? E invece quelle sciagurate rapiscono me e il mio bebé per andare di fritanga: Oh voi che verrete in Spagna magari la prossima estate, tatuatevi bene questa parola in testa perché è il segreto per poter magnare come si deve: per scoprire la cucina spagnola vera dovete imparare questa frase: dónde podemos ir a comer de fritanga? E vi si apriranno le porte del paradiso. Avete presente quei piatti fritti e unti o che se non sono fritti trasudano comunque olio da fare schifo eppure sono buonissimi? Ecco quelli. E in più in questo caso pure vegetariani. Ma chi l'ha detto che veg deve essere per forza sano? Alle otto eravamo in tavola e Marc è stato pure buono: ieri credo che fosse letteralmente riconglionito da 3 femmine starnazzanti che correvano su e giù per un negozio praticamente vuoto (lunedì è sempre lunedì...) e solo per loro quindi ha dormito molto nel suo passeggino: stasera era animato dai profumi invitanti, ma non ha voluto nè la zucchina nè la zuppa di verdure, ma è stato azzittito da una patata fritta che lo ha intrattenuto per quasi mezz'ora.  E' che durante la gravidanza Raul mi ha impedito spesso di soddisfare le voglie che avevo: cinese, Kebab di falafel....lui mi diceva scandalizzato "nooooooo, io ti cucino qualcosa di sano" ed io rispondevo "ma io non voglio mangiare sano!"...e quindi oggi ci ho dato dentro, un frittume che manco a Carnevale in Italia.... E a dire il vero mica è finita qua: la Fritanga seconda parte sarà messa in atto a casa di Gala sabato sera, con i consorti che scandalizzati ci chiuderanno in cucina per aprirci la porta forse domenica sera.

E' che dobbiamo provare ste zuppe orientali in lattina e dare loro i voti....

E la zozza che è in me va a dormire serena.

Nessun commento:

Posta un commento