giovedì 2 febbraio 2012

questioni di coscienza

Ho appena cambiato di portafoglio mandando in pensione quello storico bellissimo preso a Napoli nel 2001, durante il G8 (ma io ero in gita, l'ultima gita prima della maturità e ci portarono a fare a sassate con i carabinieri e siccome non potevamo entrare nei musei già pagati ci portarono a vedere Napoli sotterranea, fantastica!), leopardato, neroazzurro che dichiara il mio amore per una certa squadra particolarmente abbonata alle sfighe di ogni ordine e grado....e l'ho cambiato per uno di Carpisa che mi ha regalato mia zia e che fa tanto donna in carriera tanto è grande...per metterci dentro cosa poi.... E infatti ho appena fatto un bel travaso di tessere e schedine varie e ho scoperto (mi sono ricordata) che sono socia di


Ecologistas en acción
La Mandragora, associazione gastronomica vegana e animalista
Pas Lliure, associazione del baratto e scambio
Valencia en Bici
Associació Cultural Ameba
Escuela Libre Hort del Pi
Diagonal (un quindicinale di cronaca critica)
Valencia Sostenible y Creativa
Associazione Lambda (ho molti amici gay, bé? e sono solidale con loro) 


Ecco dove vanno a finire i 100 euri all'anno che ogni volta mi prometto di risparmiare per andare in Messico un giorno o tornare in Perù sul Macchu Picchu in autostop.

Domani fonderò la ONLUS Marc&Francesca e in conto spese metto i pannolini o tutine varie e chiederò una sovvenzione per le pappette di cereali.

Siamo gli unici fessi noi?

D'altronde mi ispiro al genero del Re di Spagna, Iñaki Urdangarin, come dire "vai in Spagna e fai come gli Spagnoli"  


(sono molto incazzata per questa storia perché mi sono cancellata l'anno scorso da GreenPeace dopo anni di attività perché non mi riconoscevo più nei loro valori e quindi adesso devo rivedere a chi dare i miei miseri 4 soldi)

1 commento:

  1. In che senso hai cancellato la tessera a GreenPeace? Spiega spiega...

    RispondiElimina