giovedì 8 marzo 2012

E' ora di mangiare: svezzamento

Che differenza c'è tra un bebè italiano e uno spagnolo? Che in base a dove nasci ti svezzano in modo diverso. Qua a 4 mesi e già a dargli pappette mentre in Italia ti guardano male, solo tetta e niente scherzi: Marc, per disgrazia sua, è figlio di due anarchici e quindi gli tocca sperimentare. In più io sono una scienziata, per me valgono le prove empiriche.
Per un mese a dire il vero ho provato un po' tutte le ricette consigliate per un nanetto curioso e che ha sempre fame, total: mi pare di essere regredita tutta di un colpo, ho perso 28 anni e mezzo in meno di un mese. Il mio menù per un mese? Patata schiacciata con crema di riso strabollito e per sicurezza passato pure al minipimer. Na schifezza. Senza sale, solo un pizzico d'olio. E quindi capisco Marc che pesca a piene mani dal mio piatto e mi tira dietro il suo. E quindi lui oggi si è mangiato la salsiccia vegana e la mela. Hai capito questo?

Mi ero fatta imparanoiare dalle solite blablabla esperte....uff....con il terrore del glutine, che gli avrebbe fatto uscire delle bolle rosse, del pane che lo strozza, ho sprecato ORE ai fornelli, cucinando, triturando, schiacciando con la forchetta quando questo poi non ne vuole sapere e ti ficca le mani nel piatto. Oggi ho fatto un altro tentativo perché dargli la soja mi pareva troppo...ma la foto di ieri vi conferma che questo è una idrovora e il suo intestino regge bene. Allora, non è che gli dia veramente qualunque cosa, quello lo fa il padre quando lo porta alle fiere dove  ti invitano a provare anche l'impossibile acqua liofilizzata in capsule (!!!) , però lunedì stufa di dover litigare ho preso un po' di pasta con verdure dalla pentola e gliel'ho frullata tal cual. Finita tutta. Per me un mese di tentativi per fargli mangiare prima la patata, poi la carota e infine patata e carota insieme, aspettando la zucchina visto che mica gliele vado a comprare al supermercato, ma aspetteremo giugno quando appariranno nel campo, è un mese sprecato.

E' che ogni volta che andiamo a cena da mia suocera lei gli prepara il bollito di verdure. Andiamo a cena da amici: bollito di verdure. Andiamo alla Escoleta: bollito di verdure. Tutte cosine che amorevolmente preparano solo per lui. E quindi io lo capisco quando si ribella, vedendo noi che ci scofaniamo pasta, risotti, insalate....e lui che, l'unico fesso con le verdurine?

Che poi mangiare è una cosa grossa, lui prova. Pasticcia e il gatto passa e spazzola il pavimento.
Abbiamo già condiviso la quinoa e il cous cous. Si già c'è il glutine, ma Marc ruppe il ghiaccio già 20 giorni fa sgranocchiando pane durissimo per i suoi denti.
Ha provato il yogurt di soya. Il filtrato di mela bio buonissimo -me ne bevo 1 litro al giorno- con dentro i biscottini.
Facciamo la stessa colazione, infuso di roiboos con biscotti (ad ognuno il suo eh), non sapete voi che comodità.
Gli avevo già comprato veggieburger con riso, quinoa e verdure che erano per me ma sono finite nel suo stomaco.
So che non potrà mangiare spinaci fino all'anno e in generale tutte le Solanacee. Anche i legumi sono banditi (anche se alcune mamme veg mi raccontano che a 9 mesi le lenticchie sì che gliele davano ai pargoli).  Lui apprezza e fa la faccia soddisfatta. Non si ingozza il signorino, prova e spizzica, molla lo spaghetto e tende le mani verso la foglia di insalata. Allora vede il socio che sta a punto di azzannare la mela  e la chiede pure lui. Ogni tanto fa una faccia del tipo "ma come fate a mangiare sta roba?" invece apprezza la zucca al forno.

E' che io penso al mio DNA, penso a mio padre in Africa da piccolo e non penso proprio che mia nonna avesse dietro una tabella con i cibi permessi e proibiti. E capisco che Marc è proprio figlio mio, come io lo sono del mio vecchio.

Marc prova ed io preferisco condividere con lui il mio piatto che dover seguire a smangiucchiare quello che gli preparo.

E of course per tutto il resto c'è la tetta, che rimane il piatto principale.


Nessun commento:

Posta un commento