giovedì 30 agosto 2012

Un anno da madre, un anno da figlio

Pensavate fossi sparita...no, quella che è sparita è la connessione internet venerdì scorso...pare che non abbiamo pagato la bolletta, heheh! Ma non  noi, ma chi prende i soldi dal gruppo "amici dell'antenna di Albano" (siamo quattro case a condividere il segnale wireless con una potente antenna) e doveva andare a pagare e invece era in ferie....ma la novità è:

Sono a Cavezzo.

Sono in casa mia!

Pensavo peggio! Manca qualche piatto, bicchiere, devo rimettere a posto la libreria visto che i miei hanno semplicemente lasciato tutto per terra, ma dopotutto a questo servono i giorni di ferie no?

Si, il paese è un po' in via di demolizione. Ma ne riparleremo visto che i tg non lo fanno.

Marc ieri ha compiuto un anno e adesso sta facendo la siesta nel lettone. Siamo tuttora in fase di festeggiamenti perché ha passato tutto il viaggio in aereo, treno e autobus con il dito indice alzato e soffiandoci su.

Io e Raul siamo padri quindi da 12 mesi e un giorno e questo quindi ci porta a fare delle considerazioni.



Superpoteri che non sapevamo di avere
Non dormire per 48 ore di fila eppure essere freschi e avere le pile al massimo senza cedimenti
Un occhio ai fornelli, uno al nano che cerca di arrampicarsi per le scale e non bruciare il pranzo
Proteggere il gatto dalle zampate del bambino e non sentirsi in colpa
guidare, cantare e parcheggiare davanti alla porta
Aver fatto un figlio biondo nonostante un nonno africano

Piccole questioni da risolvere prima che Marc compia 18 anni
Che quando Marc dorme bisogna parlare a voce BASSA in giardino e dirlo gridando dalla finestra
Pensare all'ipotesi remota di fare sesso (quando dico che non dormiamo 48 ore evidentemente NON è per questa ragione)
Chi ha detto che i figli uniscono la coppia? Non si contano i bisticci per dei dettagli fondamentali per me e meno per il padre (e viceversa)
Raul ha sviluppato la sindrome del soldato, dice che gli comando di fare le cose, quando non è vero: io parlo in nome di Marc!
Stufarsi, e ogni tanto mandare a cagare il giorno in cui abbiamo detto no al box, ciuccio, lettino in camera sua, biberon e magari pure alla tv



Un anno è andato, con il mood oscillando tra l'eccezionale e il vaffa a ruota libera, ora scusate ma ho davanti una tv con 500 canali e quindi io dico SI alle vacanze!

7 commenti:

  1. Auguri al piccolo Marc e ai grandi mammaepapà.

    RispondiElimina
  2. è bello sapere che siete a Cavezzo, in effetti ai tg non se ne parla più, ma sicuramente sarai più affidabile tu dei tg nel darci le notizie ;)
    Tanti tanti tanti auguri a Marc e a voi per questo vostro primo anno insieme come famiglia :)

    RispondiElimina
  3. è bello sapere che siete a Cavezzo, in effetti ai tg non se ne parla più, ma sicuramente sarai più affidabile tu dei tg nel darci le notizie ;)
    Tanti tanti tanti auguri a Marc e a voi per questo vostro primo anno che poi è anche il primo insieme come famiglia :)

    RispondiElimina
  4. Tanti auguri al piccolo marc!

    RispondiElimina
  5. Auguri!! La mia bambina ha compiuto un anno un paio di settimane fa, dorme nel lettone, allatto ancora, mi ritrovo in pieno nella frase che segue "stufarsi" ma poi.. va bene cosi :-) Buon compleanno a Marc e congratulazioni a te e Raul per questo primo anno da genitori!

    RispondiElimina
  6. Auguri a Marc e ai suoi genitori.

    COndivido tutto quello che hai scritto tranne il fatto che di cedimenti ne ho, eccome!

    RispondiElimina
  7. Grazie, grazie!! Io sono veramente stupita di me! Fino a qualche anno fa avevo i capelli rosa e mi morivano tutte le piante che cercavo di crescere! Invece Raul è un bravissimo papà!

    RispondiElimina