lunedì 1 ottobre 2012

è quasi divertente

Sono -credo-l'unica che possa vantare un terremoto e un alluvione in meno di 6 mesi e in due luoghi diversi d'Europa. I paesi dove vivo prima o poi finiscono in prima pagina, azz...
Dicevo venerdì che stava piovendo e facendo freddo e quindi come si stava bene a letto, ah sí... bene alle 21 stavamo sgomberando il piano terra perché si è abbattuta su di noi una vera tempesta monsonica che ci ha tolto la luce (e quindi anche l'acqua,visto che la pompa è elettrica) e mi ha allagato tutta la casa: tutta vuol dire che le uniche stanze agibili sono state quella di Marc (cioè, dove dormono i suoi vestiti) e la nostra: ingresso, cucina, bagno di sotto, salotto di sopra, attici pieni d'acqua che entrava da sotto le porte o.... dal tetto o dalle finestre: chiuse. Sapevo di avere una perdita sul soffitto dei soppalchi, ma chi immaginava che il vento mi avrebbe finito di scoperchiare e far volare alcune tegole!

In più un paio di amici nell'impossibilità di arrivare a casa loro hanno deviato a casa nostra e quindi dai, eravamo in compagnia, per questo è stato bello. C'eravamo tutti: ho salvato il gatto che miagolava dalla lavatrice sotto al portico con 4 dita d'acqua e l'ho lanciato su per le scale visto che stavo guadando il fiume in cucina e lui non si voleva bagnare. Poi Mora che avevo cercato per ore prima (loro dormono fuori), è schizzata dentro casa bagnata fino all'osso,l'ho dovuta prendere in braccio e portarla su di sopra,dove l'ho asciugata e preparato una cuccia con una coperta di lana. Mentre scendevo a lume di torcia a cercare i viveri per gli animali, gli altri cercavano di contenere l'emoragia d'acqua dalle finestre del salotto, arrotolando 4 coperte sotto le finestre ed effettivamente sono riusciti a frenare l'inondazione. Un altro amico sistemava tutte le pentole che abbiamo dove gocciolava dal tetto,fortunatamente non proprio sopra i materassi degli soppalchi: quando sentiva tic-tic voleva dire che aveva azzeccato la perdita: 7 pentole che il giorno dopo erano piene fino all'orlo. Una volta chiusa la porta delle scale,considerando che la cucina è in muratura e lo scalino alto,quindi l'acqua non avrebbe fatto danni entrando da una porta e uscendo dall'altra, una volta su abbiamo recuperato le energie, a lume di candela, con la chitarra, seduti sul pavimento della camera di Marc, con i suoi giochini.E poi a dormire, sentendo i rumori delle cose che fuori volavano e si rompevano.

Solo che tutt'ora non abbiamo la corrente, noi poveracci dimenticati in mezzo ai campi, ma riceviamo molti inviti a pranzo, cena e dormire. Ho quindi svuotato il frigo e siamo a casa di amici. Ieri ho lasciato Marc dalla nonna e in tre ore io e Raul abbiamo pulito tutto: il fango, la terra, i bagni, le porte....l'ho visto un po' sconsolato perché la tempesta ha scoperchiato la serra appena sistemata e sono spariti dai semenzai centinaia di piantine pronte per la semina: magari attecchiranno al cimitero, 2 km più in là, chissà.

E quindi di nuovo facciamo gli sfollati, che a Marc tanto piacciono questi cambi di programma, andare in giro, fare cose, vedere gente.

Ho un video dell'inondazione della cucina ma su questo pc che non è mio, non riesco a scaricarlo.

E per fortuna che i tedeschi sono a Valencia city, almeno c'era posto per dormire per gli ospiti inattesi.

E il vostro fine settimana invece?

5 commenti:

  1. quando ho sentito la notizia mi sono proprio chiesta se era lì da voi...questa nuvoletta fantozziana non se ne vuole proprio andare eh? tanto sono sicura che non vi perderete d'animo e sistemerete tutto meglio di prima! vi penso e vi faccio in bocca al lupo, possa il sole splendere presto!

    RispondiElimina
  2. cavolo, Maya o non mMya e' proprio una sfortuna (per usare un eufemismo)! mi spiace molto ma mi piace il tuo spirito che vede del positivo anche in questa situazione, spero che le cose migliorino.

    RispondiElimina
  3. Magari un bel pellegrinaggio a Lourdes.. o meglio a Santiago de Compostela... scherzo, però un cero io lo accenderei... sdrammatizzo! A me è bastato l'allagamento da lavatrice per esaurirmi, l'acqua è perfida... vedi il lato positivo non devi pulire il pavimento questa settimana. Mi dispiace per le piantine ma al cimitero dovrebbero crescere bene con tutto quel concime naturale (battuta macabra... concedetemela sono stanca)! Buona "vacanza" dagli amici.

    RispondiElimina
  4. sono venuta a leggerti perchè ero in pensiero!!! marc in tutto il casino ha sempre dormito??? (quando cè stato il terremoto io urlavo e la mia pufffetta dormiva come un ghiro....)
    un bacio e buon ripristino, vi penso!!
    sally

    RispondiElimina
  5. ehehe da domenica c'è un sole che siamo tutti di nuovo in canottiera e pantalocini!L'unica è che non abbiamo ancora internet, non sappiamo se le antenne hanno subito danni.Con Marc giocavamo al compleanno, con tante candele,non si è accorto di niente e poi siamo andati a dormire.Ed effettivamente l'acqua mi ha letteralmente spazzato i pavimenti di sopra visto che scendeva dalle scale tipo Niagara e ha portato via mucchi di terra che vegetavano negli angoli da anni. Poi casa mia è a basso mantenimento, abbiamo pochi mobili per cui non si è rovinato niente (non c'era niente a rischio in generale)

    Si si, pure io pensavo ai Maya....il peggio deve ancora venire: lunedì prossimo compio 30 anni!!

    RispondiElimina