lunedì 23 dicembre 2013

Il fato si è compiuto.

21 Dicembre, ce lo ricordavamo no? Tre settimane preparando la Gran Noche,con sorpresa, colpi di scena e prese di coscienza.
Allora, non ho più il fisico di una volta, già. Nonostante i buoni propositi e ricordi ancorati al 2003 alle due am ero sul bordo del precipizio, un sonno!! Sono birraiola e nonostante questo la cerveza no ha podido con migo, vuol dire che la birra non mi fa nessun effetto e inizio a bere acqua un'ora prima di andare via. inutile dire che passo mezz'ora al bagno.
Bell'atmosfera, concerto benefico della plataforma del banco de alimentos, a cui si accedeva portando due kg di alimenti o pagando due euro. Sono stati raccolti più di 1200 kg di prodotti e qualche centinaio d'euro.
I gruppi presenti non li conoscevo, ma diciamo che stanno alle nuove generazioni come i Punkreas lo sono stati per me, non mancava quindi il pogo e corpi sudati, dita medie alzate e inni all'anarchia.
Insomma, questa era la realtà in cui sono stata fino alle 22.40.
Quando Raul decide di non lasciare Marc a dormire dalla nonna e rischiare il tutto per tutto e farlo dormire lui.
Momento di panico, cinque minuti dopo sto
- piangendo
-Togliendomi ginocchiere e uniforme
-cercando le chiavi dell'auto
-Spiegando alle mie amiche mamme quello che succede.

Parlo di nuovo con Raul, parlo con Marc che mi chiede se sto suonando el tambor....gli chiedo se farà la nanna con il papà e mi dice di sì. Che faccio? Decido di crederci, di fidarmi di Raul E di non rovinarmi la serata e via, continuo a suonare.
Il mio pensiero non era tanto sul SE 
dormirà, quanto sul COME. Si addormenterà piangendo? Il padre lo riporterà dalla nonna? Saranno ancora svegli? Chiameranno?

una vera madre, di quelle famose perfette che hanno sempre la risposta, vediamo : non sarebbero uscite di casa oppure sarebbero volate a casa.
Io sono rimasta fino alle 2.30 e mi sono ritrovata davanti questa scena. Padre e figlio avvinghiati e dormendo teneramente. Il mio arrivo alle 4 non li ha turbati. Ho dovuto aspettare il (mio) risveglio verso mezzogiorno per chiedere anche se fin dall'inizio ho capito che qualcosa è cambiato. Marc e Raul hanno stretto un nuovo legame. Mi hanno raccontato che si sono addormentati raccontandosi storie: di pirati, della foresta.... e oggi tutto il giorno sono stata felicemente ignorata. Marc dice (ma poi sarà vero, ci crede a quello che dice?)che vuole dormire solo con papà di nuovo. Insomma, ci siamo un po' evoluti.
Per troppo tempo me he comido el coco pensando di essere assolutamente insostituibile, e Raul più di una volta mi ha fatto notare che gli toglievo spazi.
Poi ho scoperto che seppur non prendendolo come un gioco, bisogna rischiare e avere fiducia negli altri.
In fondo sono contenta di aver trovato Marc, credo che senza di lui non avrei dormito con lo stesso piacere, in macchina avvicinandomi a casa stavo davvero pregustando il momento!
E infine, che altro dire. Sono esperienze da vivere, come detto su, rischiando ma con la fiducia che tutto andrà bene.
Sono molto stupita da Marc e credo che il mio problema fosse stato, fino ad adesso, pensare che lui non avesse nel fondo una gran relazione con suo padre.
Invece c'è sempre stata ed io l'ho pure un po' soffocata mettendomi sul piedistallo.
Questo non vuol dire che da domani uscirò ogni sera, manco ce la faccio al pensiero, ma che devo mettere da parte i miei pregiudizi e fare in modo che senza traumi possiamo continuare a svilupparci come famiglia e come individui.
Nel fondo credo poi che se la cosa stesse andando male Raul mi avrebbe chiamata, e se io non avessi fiducia in lui manco sarei uscita di casa,conoscendolo c'era da aspettarselo.

1 commento:

  1. Bellissimo racconto.Complimenti per il tuo spettacolo, anche se non l'ho visto (due sere fa ti ho pensato mentre guardavo nella piazzetta del mio paese questo gruppo qui http://www.brincadeira.es/the-company;jsessionid=7KYs9wdxwPJo1athCWgfNA?0 ). Ma credo che su Marc tu sia stata frettolosa nell'esprimere un giudizio...o forse sono invidiosa io! E' che tutte le volte che ho lasciato mia figlia a mia madre (poche) quando era dell'età di Marc, o quando l'ho affidata al padre, insomma, tutte quelle volte lei non faceva che sottolineare quanto era stata bene senza di me. Poi ho scoperto che dentro era incazzatissima. Un saluto. Ps: ma dove posso vedere un video di una vostra performance?

    RispondiElimina