martedì 7 gennaio 2014

Cronache spagnole: aborto vietato.

è veramente un anno finito tristemente per la Spagna : no, non voglio nemmeno commentare la situazione economica,bensì una questione sociale e umana che francamente non pensavo si potesse mettere in discussione, nel 2013. Pensavo che a livello di istituzioni -tralasciando il pensiero privato più che rispettabile qualunque sia - l'interruzione di gravidanza fosse un diritto. No?
Ebbene, no.
Anche se la legge è ancora da votare -e verrà votata a menoché non ci sia un colpo di scena finale - tra qualche settimana l'aborto sarà permesso solo in due casi.
1) serio pericolo di morte per la madre
2) violenza sessuale.

In entrambi i casi saranno sempre necessarie trafile mediche che certifichino la situazione ed immaginate che bello è, specie nel secondo caso doversi sottomettere a visite mediche, denunce e altre visite per avere il permesso di interrompere una gravidanza evidentemente non desiderata.
Dicono, quelli del Partido Popular (gruppo di stampo chiaramente di destra), che si torna alla legge del 1985, perché Zapatero era stato fin troppo liberale con la riforma del 2010, che autorizza l'aborto anche alle minorenni senza consenso dei genitori.
Solo che nel 1985 non si metteva in discussione il diritto all'aborto per malformazioni. Stavolta sì.
Sentite che roba contorta si sono inventati : bene, allora. Due  commissioni di due medici ti visitano  e decidono  (sì, decidono  sul serio e tu zitta ) - che la malformazione  sia o no compatibile con la vita chissenefrega- se tu madre avrai un trauma psicologico nel convivere con questo figlio (ammesso che non muoia a poche ore dal parto perché senza cervello o reni, per dire). Se loro decidono che sei una sfaticata perché non vuoi farti carico di un bimbo con idrocefalia, spina bifida, focomelico, senza occhi beh tia.... fatti tuoi!
Tempo limite per abortire, 22 settimane MA:
-calcolate le settimane precedenti al test,spesso ne passano almeno cinque
-calcolate il tempo che una ci mette a reagire
-calcolate che alcune deformazioni non si vedono fino alla eco morfologica delle venti settimane 
- calcolate il pellegrinaggio che deve fare sta donna per avere l'ok da queste due "commissioni "
-per legge tra l'ok e l'operazione devono passare altri 7 giorni nel caso ci ripensi.
Ditemi voi se non è una legge del cazzo.
Altre finezze che hanno messo come condimento.
In pratica sparisce il minimo sindacale di medici non obiettori per ospedale, cioè tutti lo possono essere. Rimangono le cliniche private ma ovviamente a pagamento.
Questa legge l'hanno partorita  -direi che ci azzecca proprio -15 uomini.

Ora che succede?All'interno del partito si sono sollevate voci discordanti, messe a tacere velocemente, il voto infatti non sarà segreto e quindi questi poche voci dovranno votare per forza a favore di questa legge. Purtroppo il PP ha la maggioranza assoluta e purtroppo sappiamo tutti che la legge verrà approvata.

La chicca però deve ancora arrivare!
Il ministro a cui è partito il neurone non è come uno potrebbe credere, il ministro della salute ma quello della giustizia!!Che oltre a farci sapere che mantenendo le gambe ben chiuse il problema non si presenta proprio e che un bimbo con malformazioni lui lo terrebbe, ha sottilmente minacciato i medici dicendo che :
"se ti comporti bene non ti succederà niente, ma se fai un aborto e non era tra quelli autorizzati, carcere! "
Sarà quindi molto difficile ottenere da due commissioni l'autorizzazione ad abortire perché basterebbe una denuncia da uno qualsiasi, tipo i fanatici Pro-Vida, che ti ritrovi a processo!

Sono veramente molto spaventata ma spero anche che le diverse associazioni che stanno presentando un documento da mandare al tribunale dei diritti dell'uomo (quello nato, si intende ) abbiano fortuna.
Non è questa la sede per parlare di educazione sessuale, tipo che chissà se sia vero che l'aborto sia usato come anticoncettivo, le statistiche dicono di no, la beffa è che qua si stanno sbattendo tanto per i diritti dei non nati che una volta nati finiscono dritti nel dimenticatoio, senza più soldi per le famiglie con disabili a carico e senza servizi sociali per quelle altamente destrutturate.
Io ho una cara amica emofiliaca e che non può avere figli maschi,solo femmine. Non perché il maschio muoia, almeno non subito, ma se malato ha una vita molto difficile, mentre le femmine sono portatrici e hanno una vita normale. Ecco, lei oramai è a posto, dopo due aborti terapeutici di embrioni maschi ha optato per la fecondazione artificiale e selezione di embrioni e ora ha due gemelle,però questa ed altre malattie genetiche ereditarie entrano nell' occhio del ciclone,per dimostrare che non tutte le famiglie vogliono o possono avere la vita costellata da ricoveri e rischio di morte improvvisa. Questa amica mia infatti ha un fratello emofiliaco che come dicevo è in ospedale per ogni graffio che si fa. Certo è vivo ma non si può non aver scelta.

Aumenteranno gli aborti clandestini e i viaggi verso paesi più liberali.

Ci aspettano tempi oscuri qua in Spagna.

6 commenti:

  1. La tua ultima frase è stato il mio primo pensiero. Chi potrà permetterselo andrà all'estero, chi non potrà magari opterà per l'aborto clandestino, con tutti i rischi che comporta. Ma perchè chi comanda non ha ancora capito che proibire non è mai la strada per ottenere un risultato? E poi qual è il risultato che vogliono ottenere, più voti alle elezioni?
    Anche in italia di fatto sta diventando tutto sempre più complesso, e i pochi medici non obbiettori si trovano a fare quasi solo aborti. Penso soprattutto all'aborto terapeutico e ai poveri genitori che oltre al dolore della perdita devono subire anche il giudizio (perchè ovvio che è una roba cattolica) e queste vessazioni.

    RispondiElimina
  2. non ci sono parole, invece di andare avanti torniamo indietro :(

    RispondiElimina
  3. Che paura. Mi dispiace tanto, non solo per le donne spagnole, ma per quelle di tutto il mondo ...

    RispondiElimina
  4. Terribile! Roba da Terzo Reich.
    Ma scusa...l'unione europea non dice nulla? Non interviene su queste cose?
    E poi mi fa pensare...adesso la Spagna, domani chi? L'Italia, forse?

    RispondiElimina
  5. Ciao a tutte.

    Dalle domande che fate credo che la questione meriti un altro post, sul dibattito che si è generato qua. Ogni giorno ascolto la radio, visto che non si parla d'altro e nei diversi dibattiti l'unica cosa sicura è che anche la destra europea è rimasta senza parole e che solo la chiesa e l'estrema destra francesca plaudono l'iniziativa.
    Sui perché, ce ne sono dei più assurdi ma conoscendo la specie, nessuno mi stupisce. Tipo che sacrificano la libertà della donna per conquistare i votanti del PP di estrema destra rimasti delusi da molti altri aspetti e riforme in fatto di lavoro etc.... perché ci sono le elezioni europee e devono captare voti....vi giuro che questa è la tesi più accreditata.... L'altra, è che avendo un primo ministro senza coglioni, vuole friggere lui stesso il suo ministro di giustizia facendosi tipo un autosabotaggio, affinché il governo cada o dopo la dimissione di questo ministro, che vedendosi fare terra bruciata intorno addirittura da quelli del suo partito non avrebbe altra scelta. Terzo: ci devono inc**** per bene con altre riforme, quindi si parla tanto di questa che non era nemmeno nel programma elettorale, così non ci accorgiamo delle altre bestiali riforme.

    RispondiElimina