venerdì 7 marzo 2014

Amiche di salvataggio

Succede che noi donne non è che siamo molto solidali. A volte poi fin troppo cocciute. Succede che avevo tre amiche che la vita ha portato ad allontanarsi tra loro, ognuna occupata a seguire le proprie paranoie, aspettative, creando altri legami. Succede che con l'avvento del whatsapp ho mantenuto rapporti costanti con le tre, mantenendo segretamente in osservazione ogni riferimento alle altre, attraverso domande innocenti, commenti....per vedere se abboccavano.
E chiaro che abboccavano.
Succede che ognuna chiusa nel suo orgoglio non faceva il primo passo. Non so quante volte mi sono ritrovata a dire: "dai tìa, chiama a quell'altra che sicuramente le farà piacere", oppure: "dovrei chiudervi a chiave in una stanza e aprire solo quando lo decido io"...
Ci sono voluti un bel po' di messaggi subliminali e i casi della vita che ti rigirano come una frittata per capire che solo di loro hai bisogno.
Quando ti ritrovi all'improvviso da sola con un figlio, perché tuo marito se n'è andato con un'altra. Quando sei già divorziata ma hai rotto con il moroso e pure tu hai una figlia. Oppure sei sposata ma a volte è come se non vorresti più esserlo.
E le tue amiche sono lontane.
Così un giorno sull'onda dell' emotività, ma anche perché il quadro era completo le ho messe tutte nello stesso gruppo di whatsapp. Ricordo che erano le cinque del pomeriggio e alle sei del mattino del giorno dopo avevo una cronologia di messaggi da leggere infinita, tipo che avevano scritto per ore, ben oltre l'una di notte. Tempo quarantotto ore eravamo tutte nella stessa stanza, con i nostri bimbi che si erano sempre cercati, ma avendo madri così....una cena guarra come solo noi possiamo fare a base di cinese e swap party di vestiti, così come capita.
Abbiamo scoperto che non è che si soffre meno per amore, ma con le amiche si tollera meglio. Se poi queste dichiarano guerra al chandal e decidono che visto che ti stai separando a maggior ragione dacci dentro di abiti nuovi, non hai scampo. Se poi le due ancora in coppia si accollano pure i figli delle altre affinché  possano andare all'intensivo di salsa e merengue, ditemi se questo non è vero amore. Ora abbiamo una lista di impegni lunga così, a cominciare dalle vacanze: forse finalmente in Fallas, potrò godere delle vacanze di Natale che stanno aspettando da quel dì. Tremate! quattro madri con quattro bimbi dai sette anni in giù saranno presto in libera uscita dove meno te l'aspetti! Poi dicono di andare in una stanza oscura con poltrone comode e silenziosa perché non ci sono bambini, pare sia stata inventata negli anni 20 e si chiami "cinema ": non so a cosa facciano riferimento. Parliamo pure di estetista, spiagge e comprare scarpe, a mazzi di sei.
Sono belle sensazioni. Mi mancavano tanto, tutte insieme, dopo quasi 10 mesi.
Confesso, l'ho fatto per loro, ma anche egoisticamente, per me. Ho bisogno delle mie amiche tutte insieme, anche perché vi assicuro che prese da sole c'era sempre quella ombra di tristezza nei loro  occhi. La notizia del divorzio non ha lasciato indifferente, ed era un chiaro segno del destino, quello di doverci ritrovare.
È stato un po' difficile per me tenere insieme i fili dei discorsi, le avrei prese per le 'recchie piuttosto volentieri e creare il gruppo è stata una scelta avventata, ma non vedevo alternative a corto termine.
Il paradosso poi è che io non avevo litigato con nessuno, ma ho questa invidiabile capacità di finire sempre nel mezzo.
Noi Bilancia però abbiamo scritto nelle stelle questa caratteristica così speciale di fare da mediatori fino a scomparire per la felicità degli altri.

Sto bene nel vedere le mie amiche che stanno bene! 

E sapete che? Non ricordano come o perché si erano allontanate.

(Povera me!)

PS: il titolo del post fa riferimento ad un libro, Amiche di salvataggio, di Alessandra  Appiano, non l'ho mai letto ma credo che il senso non sia molto diverso.

1 commento:

  1. bellissimo post! Io avevo letto il libro...mi era piaciuto un sacco. Ora è passato un secolo e non ricordo più nulla. Ma condivido totalmente il tuo punto di vista attuale

    RispondiElimina