lunedì 3 ottobre 2016

Ritorno sui banchi - Agroecologia 2.0

Titolo a tranello, perché non parlo del piccolo di casa bensí chi vi scrive è tornata ad essere alunna.
Ancora mi fa un certo effetto dirlo, ma sono stata ammessa ad un (per me mitico) Master alla Universitat Autònoma di Barcelona e vivo come in una bolla che mi impedisce di urlare dalla felicità ma anche solo di dirlo a qualcuno in più.

Sono 8 anni che ho finito l'università, 6 che ho lasciato il mondo universitario come lo conoscevo io,
6 anni in cui mi sono dedicata al mio progetto con il mio compagno e che tra lacrime e sudore ci sta cominciando a regalare soddisfazioni che vanno al di là del coltivare-vendere-vivere.

Se avete letto questo post e sennó fatelo, saprete che per me il mio lavoro è la mia passione e quindi anche una missione sociale, culturale e quindi totale. Ha quindi diverse sfaccettature che sto sviluppando un po' alla volta. Una volta quindi sviluppato l'ambito più produttivo e commerciale, da due anni a questa parte sto dando battaglia sul fronte culturale, politico e sociale, sia attraverso il Collettivo che io da sola, buttandomi nella mischia.
Cosí, tanto perché provarci non costa nulla (solo del tempo per le attese burocratiche) mi sono messa in moto per essere ammessa in quello che ad oggi è il miglior Postgrado in Agroecología in Spagna e tra i migliori in Europa.
Non ero nemmeno troppo convinta per non avere i numeri o i requisiti richiesti, essendo orientato a chi appunto ha a che fare con amministrazioni, Comuni, Regioni...Enti Pubblici in generale per sviluppare un modello di economia alternativo al classico attraverso la dinamizzazione di spazi centrati sull'agroecología, quindi a chi ha studiato o già lavora nello Sviluppo Rurale, Economia, Cooperazione.... Ma io da contadina a cosa potevo aspirare?

Ebbene: ammessa. Ammessa grazie a un curriculum pratico e autogestito, a base di infinite riunioni in case okupa, volantini, tavole rotonde, mercatini, ma anche conferenze in università, incontri con sindaci e assessori. Una carta di motivazione in cui senza troppi giri di parole ho detto che proprio perché dalla terra arrivo, chi meglio di chi vive di agroecología lo può spiegare a un profano in giacca e cravatta?

A gennaio quindi si comincia: Semi-presenziale, cioè metà on line e l'altra metà scandendo la mia vita con ripetuti viaggi a Barcelona. Torno!Matricola! Torno in classe! Ho già mille idee per la tesi! Ho voglia di studiare, così la notte!


Era un sogno che avevo, consiglio a tutte di seguirlo! Non rinunciate mai!



2 commenti:

  1. Bello, brava ... tienici aggiornati! Che bello studiare qualcosa che ti appassiona così tanto!

    RispondiElimina